Sunday, April 27, 2014

Santorini: mare blu e tramonti che fanno sognare


Sono stata a Santorini l'estate scorsa, per una settimana. Ammetto di essermene follemente innamorata.
Da quando sono tornata a casa non faccio che consigliare a chiunque di visitare quest'isola meravigliosa, così, adesso che l'estate si avvicina, ho pensato che fosse doveroso dedicarle un post.

Le giornate a Santorini scorrono lentamente.
Ci si sveglia con calma, si fa colazione con yogurt greco e miele locale e si parte in sella ad un quad alla scoperta di una nuova spiaggia.
Si affitta un ombrellone e due sdraio per 5/7€ al massimo e finalmente ci si tuffa in quel meraviglioso mare blu che rende la Grecia così bella.
Ci si rilassa, si legge un bel libro, si pranza con un'insalata greca (con tanta feta!) e si riparte, sempre in sella al quad.
Si passa a comprare un paio di birre ghiacciate e si va ad Oia, oppure al faro di Aktrotiri. Ci si accaparra l'angolo che ha la vista migliore sulla caldera e si aspetta che il sole vada giù per poterlo salutare con un lungo applauso. Il tramonto di Santorini viene acclamato così, per quello che è: uno spettacolo di successo famoso in tutto il mondo.
Poi si torna in hotel, ci si fa una doccia veloce per lavare via il sale e si esce di nuovo. Si va a Fira o a Kamari, alla ricerca di un buon ristorante oppure ci si "accontenta" di un gyros pita a portar via.
Con la pancia piena si passeggia per Fira, tra le vetrine dei negozi di souvenir,bar e discoteche. Si beve qualcosa, si balla un po', si fa amicizia con persone sconosciute.
Poi stanchi ma soddisfatti si torna in hotel a ricaricare le batterie, pronti per affrontare una nuova giornata.

Partirò con qualche consiglio utile per organizzare il vostro viaggio:
1- Evitate il mese di Agosto. Lo so, probabilmente dico un'ovvietà, ma vi assicuro che ad Agosto l'isola si riempie di turisti ed adolescenti freschi di maturità, il che non è l'ideale, soprattutto perchè stiamo parlando di un'isoletta di nemmeno 80 km quadrati. Purtroppo io sono andata proprio in Agosto, e spero davvero di poter tornare a visitarla in un altro periodo. Secondo me Giugno e Settembre sono i mesi ideali.

2- Noleggiate un quad. E' sicuramente questo il mezzo ideale per muoversi a Santorini. Consiglio di evitare la macchina, poco pratica per percorrere le viuzze strette delle città oppure le strade non sempre asfaltate che ci sono per raggiungere alcune spiagge. Un consiglio nel consiglio: non prenotate il quad dall'Italia, perchè i prezzi che vi diranno saranno gonfiati. Una volta arrivati lì avrete l'imbarazzo della scelta tra un'infinità di autonoleggi che si fanno una concorrenza spietata.

3- Esplorate tutta l'sola. Non fermatevi alle spiagge o località più turistiche, girate l'isola in lungo e in largo: non ne resterete delusi!


Santorini regala dei paesaggi unici, di quelli che lasciano senza fiato. Descriverli non è facile. C'è la spiaggia di Vlychada, con le sue rocce di sabbia scolpite dal vento; il porticciolo di Ammoudi, che ospita le barchette colorate dei pescatori; Oia con le sue casette bianche e blu e qualche mulino a vento sparso qua e là, c'è lo spettacolo impagabile del sole che tramonta sulla caldera, la sabbia rossa della Red Beach, il faro di Aktrotiri...

Insomma, su  Santorini non c'è molto da scrivere, penso che le fotografie, in questo caso, servano molto più delle parole. 
Spiaggia di Vlychada. Una cosa che non manca mai a Santorini, come in tutte le isole, è il vento. Proprio il vento è il responsabile di queste sculture nella roccia.



Panorama di Oia. Queste che vedete in primo piano sono le tre campane di una chiesa ortodossa. Se ne trovano diverse in tutta l'isola e sono una delle cose più caratteristiche di Santorini.

Il tramonto sulla Caldera.


La Baia di Ammoudi, un piccolo villaggio di pescatori. 

Oia, meravigliosa, con le sue casette bianche arroccate sulla montagna.

Un mulino a vento ad Oia.

La Red Beach, una delle spiagge più rinomate dell'isola.Prende il nome dal colore rosso della sua sabbia.

Il faro di Aktrotiri.

Il tramonto visto dal faro di  Aktrotiri. Questo forse è stato il momento più intenso di tutta la settimana trascorsa a Santorini. I gabbiani che volavano, il cielo che si colorava di arancione e davanti a noi soltanto il mare.

Seguiranno sicuramente altri post su Santorini, con qualche consiglio su dove alloggiare, cosa vedere e dove mangiare.

Baci,
Ila.

4 comments:

  1. sono stato lo scorso settembre a santorini e me ne sono innamorato. pochi posti possono competere con questi colori e tramonti da cartolina. bellissime foto, congrats :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille Andrea! Hai perfettamente ragione!!! :)

      Delete
  2. Sei bravissima! le tue belle foto fanno sicuramente sognare ma fa volare la fantasia le parole del tuo racconto

    ReplyDelete
  3. Santorini è unica al mondo... molti la considerano finta e commerciale ma posso dirti che anche nel mese di agosto con le opportune attenzioni si riesce a viverla in modo semplice e tranquillo.

    Santorini Grecia

    ReplyDelete